Colapesce a Milano conclude il suo tour trionfale

Colapesce a Milano conclude il suo tour trionfale

Era da un po’ che lo rincorrevo in giro per l’Italia ma alla fine ieri sera sono riuscita ad andare al concerto di Colapesce a Milano presso i Magazzini Generali per l‘ultima tappa del suo “Infedele” tour, con successi precedenti e brani dal nuovo album. Perfino i più scettici nei confronti dell’indie italiano di cui Lorenzo Urciullo è sicuramente uno dei nomi di maggior spicco, non potrebbe rimanere indifferente. Una tappa importante per concludere una stagione ricca di soddisfazioni.

Non parliamo solo di un’esecuzione musicale affascinante a fare da cornice a testi di alto livello, ricchi di immagini e giochi di parole ma di una presenza ipnotica sul palco che sa stupire, attirare l’attenzione con una testa da pescespada sul capo ma anche incantare con un’esecuzione intensa di “Ti attraverso” o di “Satellite” con la bellissima voce di Rachele Bastreghi. A tratti si lascia andare anche a gesti profani, forse unica forzatura in un concerto decisamente perfetto.

Molti gli ospiti che sono intervenuti a salutare durante il concerto di Colapesce a Milano: da Andrea Appino a Roy Paci passando per Francesco di Bella passando per la già citata Rachele Bastreghi con cui ha omaggiato il conterraneo siciliano Franco Battiato.

“Infedele” è il terzo album in studio di Colapesce, che dopo aver portato in tour in tutta Italia sbarcherà anche in Europa con un mini tour di cinque date:

  • 6 ottobre – Bruxelles, Sass N Jazz
  • 7 ottobre – Parigi, La Boule Noire
  • 9 ottobre – Manchester, Eagle Inn
  • 10 ottobre -Londra, Birthdays
  • 12 ottobre – Berlino, Marie Antoinette

Ancora una volta grande clamore intorno a Colapesce, quindi, con un successo che non può che confermare la democrazia musicale del mercato indie per cui ciò che è buono si sente, eccome se si sente.

Se vuoi rimanere in contatto per suoni e notizie, segui la pagina Facebook per gli aggiornamenti.

Foto di Maria Elisabetta Mancini.

 

Published by Stefania Barbato

Deeply interested in creativity, communication and electro pop rock sounds.