Adele al Wembley Stadium incanta 95 mila spettatori

Adele al Wembley Stadium incanta 95 mila spettatori

Il primo dei quattro concerti di Adele al Wembley Stadium si è aperto con una consapevolezza, rivelata poco prima sui tabloid inglesi: “Volevo che i miei spettacoli di conclusione del tour fossero a Londra perché non so se sarò di nuovo in tour e così voglio che, nel caso, la mia ultima volta sia a casa”.

Affermazione che ha reso ancora più solenne un concerto meraviglioso che ha reso ben evidente il trovarsi dinanzi ad una delle più grandi voci di questo decennio, arrivata per la prima volta ad esibirsi al tempio della musica, il “Wembley “F***ing” Stadium” come lo ha ribattezzato lei per sottolineare la gioia dell’avercela fatta ad essere lì. Davanti ad una platea di 95 mila fans, battendo il record di folla raggiunto dal U2 nel 2009 con 92 mila spettatori.

Alle otto in punto un video da backstage, senza trucco con un appello ai fans per donare contributi alle vittime della Grenfell Tower, così vicina a casa sua quando viveva a Notting Hill per 4 anni. E dopo una mezz’ora la sua “Hello” rimbomba in tutto lo stadio ma senza lei sul palco. Si mostrerà on stage a metà canzone, avvicinandosi al suo the fumante. Da vera inglese qual è. E subito dopo precisa. “Mi hanno messa a regime di thè fino a domenica. Ma dopo l’ultimo show: vai col whisky” ride divertita sul palco.

Inutile dire: esibizioni da brividi per ognuno dei suoi grandi successi intonati in coro da fan entusiasti e divertiti per le sue battute. Già perché Adele non è solo una cantante eccezionale ma anche una grandissima intrattenitrice che parla e sa divertire il suo pubblico. Parlando a raffica ma anche emozionandolo. Rivela di sentirsi molto più mamma che non showgirl, ammette che se la sta facendo sotto sul palco, racconta di quand’era piccola e andò al Wembley a vedere le Spice Girls e stuzzica i suoi fan lanciando magliette con un bazooka giocattolo e se la ride quando le fa finire nel vuoto assoluto.

E in una nota del programma spiega la sua decisione. “Essere in tour è una cosa molto particolare, che non mi casca a pennello. Questi ultimi 4 Show (tutti sold out da Natale) mi porteranno all’aver fatto 123 shows, con un assoluto brivido di piacere. Ho fatto questo tour solo per voi e spero che la mia vita artistica possa in qualche modo avervi lasciato una traccia“.

Emozionante il racconto della sua “Someone Like You“, per lei la canzone che l’ha consacrata, quella dopo cui niente sarebbe stato lo stesso. Scritta soffrendo su un volo per New York e pubblicata nel 2011. Da allora la sua carriera è stata un successo dopo l’altro. Fino a portare Adele al Wembley Stadium pieno di luci dorate e intento a cantare con lei. Ad occhi chiusi. Prima di andarsene ringrazia il suo figlio cresciuto in tour praticamente e il suo compagno Simon Konecki.

Dopo aver visto Adele al Wembley Stadium si può solo pensare: che donna incredibile. Speriamo ci ripensi. Di seguito la scaletta del concerto e una galleria di foto e video.

  1. Hello
  2. Hometown Glory
  3. One and Only
  4. I’ll Be Waiting
  5. Rumour Has It
  6. Water Under the Bridge
  7. I Miss You
  8. Skyfall
  9. Don’t You Remember
  10. Make You Feel My Love
  11. Send My Love (to Your New Lover)
  12. Sweetest Devotion
  13. Chasing Pavements
  14. Take It All
  15. Set Fire to the Rain
  16. Encore:
  17. When We Were Young
  18. Rolling in the Deep
  19. Someone Like You

Share